Amore e libertà

Di Lidia Fassio

 

Non vi è amore senza libertà e, indubbiamente, il segno dell’Acquario e il suo signore Urano sono simboli che tendono a portarci tutti verso la conquista della stessa. Si sente spesso dire che chi ha Venere in questo segno o in aspetto con Urano si trova ad avere  difficoltà sul piano della relazione, in quanto si tratta di  individui che non sanno impegnarsi e che non vogliono avere relazioni stabili.  Non è proprio così anche se, in  effetti, questi soggetti, hanno un fortissimo bisogno di dar vita a relazioni in cui vi siano ingredienti diversi da quelli delle così dette “coppie tradizionali”.

 

All’interno della psiche degli uraniani, sia che si tratti di uomini o di donne,  sono  presenti fortissime spinte al  cambiamento che, tuttavia, trovano spesso  ostacolo nella loro applicazione esteriore. Gli uraniani -  si sa  che, nello zodiaco hanno il compito di portare il nuovo in ogni campo della vita: nel pensiero, nel sentimento e nell’azione e quindi, per antonomasia,  colgono prima degli altri le novità, pronti poi a cercare di applicarle nella realtà.

Il punto è che tutti e pertanto anche i portatori di innovazione, siamo vissuti dentro ad una famiglia che ha fornito dei valori ed una determinata  modalità di stare in coppia che si è sedimentata e che è attiva nella mente.

 

Così, quando troviamo in un tema natale i simboli di relazione quali Venere e Luna, o, nel caso di una donna anche il Sole, legati ad Urano ecco che il soggetto portatore può trovarsi a vivere una forte lacerazione all’interno tra i valori lunari, venusiani o solari, molto più sensibili all’adattamento educativo e al mondo esterno di quanto non lo sia  invece Urano che desidererà sempre e comunque sradicare il  simbolo che tocca dalle influenze del passato per portarlo a cogliere ciò che di più nuovo scorre nello spirito del tempo in cui sta vivendo.

 

Così, chi ha questi aspetti nel tema natale può consciamente iniziare una relazione di tipo tradizionale, ma trovarsi poi esposto ad un conflitto interiore che darà battaglia al di fuori della coscienza, costringendo a vivere in un clima di instabilità che dovrà essere analizzata e compresa. Infatti, noi siamo in genere più propensi a riconoscerci nei valori indicati dai pianeti personali e questo può essere fonte di problemi allorchè Urano vuole imporre la sua verità.

 

Gli Uraniani vengono – superficialmente -  considerati inaffidabili, ma, questo è in buona parte legato alla difficoltà che avvertono nei confronti della loro profonda diversità interiore, di quel lato di sé che  li spinge a non conformarsi, a non adattarsi alle convenzioni, ma più spesso di quanto non si pensi,  a non comprendere bene quali siano i reali problemi che agitano il loro mondo interiore e che li rendono così tanto insofferenti alla routine e all’abitudine.

 

Chi fa astrologia sa che Urano non può stare dentro a confini definiti; ha bisogno di novità e di stimoli e questi non possono che arrivare dalla sperimentazione e dalla ricerca continua di ciò che ancora non è conosciuto. Il trovano a fare dei passi che poi non possono in alcun modo mantenere perché il loro mondo interno le distrugge.

 

In effetti, le caratteristiche di Urano non sono sempre così chiare come sembrano: tutti lo vedono come  un pianeta rapido, quasi fulmineo, facile a proporre tagli e cambiamenti di rotta, apparentemente senza rimpianti e ripensamenti. In realtà Urano è un’istanza della nostra psiche che lavora per buona parte al di fuori della sfera dell’Io conscio per cui,  ciò che  vediamo e cataloghiamo come instabilità ed imprevedibilità è solo ciò che accade quando l’intero processo entra nella coscienza.

Urano ha il compito di mettere in crisi i valori acquisiti dai pianeti personali, li sconvolge e li ribalta, li cambia nell’inconscio e poi, all’improvviso, li fa entrare nella coscienza che, a quel punto, è sconvolta e non può che agire il cambiamento richiesto e già completamente preparato all’interno.

 

Questa modalità contribuisce ad alimentare la fama degli uraniani di essere leggeri ed instabili e soprattutto non affidabili nelle relazioni.

 

Il punto invece sta nel fatto che gli uraniani devono conoscere bene la forza che muove i loro pensieri e le loro azioni e devono sapere che faticano a restare dentro a parametri o regole che appartengono alla tradizione e, pertanto, il loro “si” è strettamente collegato al qui e ora e non intende essere portato nel “per sempre”;  per questo hanno il dovere di far presente  questa loro particolarità evitando di dare l’impressione di essere in grado di ipotecare un futuro che loro sentono in continuo movimento. Per Urano  sono  importanti il sentimento, lo scambio, la capacità di mantenere entrambi una precisa identità senza pensare a strane follie di fusione o di ripiegamento sull’altro: per Urano ciò che c’è deve essere autentico, altrimenti può tranquillamente finire in quanto non vi sono problemi nel chiudere e nel tagliare; la difficoltà sta però nel fatto che convenzionalmente vi è l’idea che il rapporto debba essere “eterno” anche se, la realtà appare ben diversa.

 

Per Urano l’amore è veramente “libertà” per cui,  se il rapporto riuscirà a stare dentro a  canoni di condivisione, di affinità e di rispetto delle reciproche diversità, allora sarà affidabilissimo in quanto giorno per giorno si sceglierà di mantenere l’ impegno che però sarà sempre e solo con l’altro e non con lo stato o l’istituzione; non succederà invece nulla di tutto  questo se la relazione finirà per essere una gabbia che  impoverirà le due individualità: se uno ha un potere più forte dell’altro e se, uno dei due  si sente svuotato perchè deve privilegiare ciò che ama e desidera l’altro o, infine, se è in piedi una relazione che si basa su motivazioni diverse da quelle dettate dal sentimento.

 

Il punto per Urano è essere in linea con la propria autenticità; agli Uraniani non interessano i contratti ma al limite i patti che le persone fanno tra loro, tenendo presente che, in fondo, non vi è nulla che, una volta fatto, non possa essere cambiato se non vi sono più i presupposti.

 

Tutti noi avremmo bisogno, crescendo, di avvicinarci di più alle modalità di amare di Urano: certo, possono sembrare più flebili, meno passionali, ma in realtà, nel suo aspetto più elevato è un tipo di amore che spinge l’individualità, non  crea dipendenza e vuole offrire ciò che si è e si ha  in un clima di scambio e di condivisione e, soprattutto di libertà reciproca.

 

Urano ci insegna ad essere liberi dentro.. ovvero ad essere esattamente quello che siamo senza le sovrastrutture messe in piedi per salvaguardare le sicurezze personali o sociali.